AEM (Elettromagnetismo Applicato)

 L'Unità Operativa di Elettromagnetismo Applicato (AEM) focalizza le sue attività di ricerca in diverse aree dell'elettromagnetismo, che vanno dalla progettazione e l'analisi di antenne ai metodi numerici, dallo studio delle interazioni tra campi elettromagnetici e biosistemi ai metodi e ai sistemi di imaging a microonde. In particolare, nel corso degli ultimi due decenni l'Unità Operativa AEM ha dedicato principalmente le proprie attività di ricerca ai seguenti argomenti:

  • Modellistica analitica e numerica a RF e microonde, per l'elettronica, le tecnologie dell'informazione e le applicazioni biomediche. Questa attività ha portato allo sviluppo di simulatori numerici, attualmente disponibili presso il laboratorio, in grado di risolvere problemi elettromagnetici complessi sia nel dominio della frequenza (per esempio, sulla base del metodo degli elementi finiti), sia nel tempo (ad esempio con l'uso del metodo delle differenze finite nel dominio del tempo). In questo quadro, l'attività dell'Unità Operativa AEM riguarda anche la valutazione di simulatori commerciali.
  • Strumenti per la valutazione della sezione trasversale radar (RCS), per la stima della firma magnetica e per applicazioni in ambito navale/marittimo.
  • Antenne. In questo settore, l'Unità Operativa AEM ha lavorato allo sviluppo di antenne a larga banda e a sistemi intelligenti per il trattamento del segnale d'antenna (ad esempio, beamforming, cognitive-radio, stima della direzione di arrivo).
  • Elaborazione di segnali ottici. Vengono sviluppate tecniche di elaborazione dei segnali in luce monocromatica. Temi di ricerca specifici sono inerenti lo studio dello speckle ottico come fonte di informazioni sulla rugosità superficiale e per l'olografia digitale, soprattutto per quanto riguarda le lenti olografiche e problemi in materia di interconnessione ottica.
  • Imaging per controlli non distruttivi, monitoraggio ambientale e sicurezza. In quest'ambito, sono stati sviluppati e testati svariati codici numerici per l'inversione di dati campo elettrico, anche affetti da rumore, sia in scenari 2D che 3D. Di recente, una proficua collaborazione con il laboratorio TTHF della SUPSI di Manno, Svizzera, ha anche portato allo sviluppo di un prototipo di tomografo a microonde 2D, in grado di ispezionare in modo non distruttivo strutture dielettriche.
  • Caratterizzazione di materiali innovativi (ad esempio, mezzi bianisotropi e metamateriali).
  • Interazioni tra campi elettromagnetici e sistemi biologici. In questo settore l'attività viene portata avanti anche nell'ambito del Centro Interuniversitario sulle Interazioni tra Campi Elettromagnetici e Sistemi Biologici (ICEmB).
  • Elettromagnetismo computazionale. In questo contesto l'Unità Operativa AEM ha sviluppato ricerche per il raggiungimento delle condizioni in grado di garantire la “buona posizione” di problemi elettromagnetici di valori al contorno, con una particolare attenzione all'interesse nell'ambito di applicazioni ingegneristiche, e sulla convergenza delle soluzioni numeriche ottenute con simulatori basati sul metodo degli elementi finiti.

l'Unità Operativa AEM ha anche la capacità di eseguire lavori sperimentali, grazie a una camera anecoica e un laboratorio congiunto con la società EMC S.r.l. I risultati delle attività di ricerca dell'Unità Operativa AEM sono pubblicati sulle più prestigiose riviste internazionali e su atti di convegni in materia di elettromagnetismo applicato. l'Unità Operativa AEM ha diverse collaborazioni con aziende, centri di ricerca e università. Alcune di queste sono elencate nel seguito:

Italian Electromagnetic Society (SIEm)
Inter-University Centre for Electromagnetic Fields and Biosystems (ICEmB)
Department of Technology and Innovation
University of Applied Sciences of Southern Switzerland (SUPSI)
Applied Microwave Nondestructive Testing Laboratory (AMNTL), University of Missouri-Rolla
University of Akron
Department of Electronics, University of Pavia
ELEDIA Operating Unit, University of Trento
Department of Physics and Mathematics, University of Insubria
Institute of Applied Mathematics and Information Technology, Italian National Research Council (CNR)
EMCLab
Ansaldo Energia
Orizzonte Sistemi Navali
Medacta International
TeknoCongress
Selex ES
Ericsson
Esaote

 

Sito web: www.aem.dibe.unige.it

Referente: Prof. Gian Luigi Gragnani
E-Mail:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel. +39 010 3532244

Afferenti: Bruno Bianco, Gian Luigi Gragnani, Matteo Pastorino, Mirco Raffetto, Andrea Randazzo

 

Contattaci!

 Per informazioni generali

Per informazioni sui corsi di studio

Informativa sulla privacy

 

Share

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedin

Ingegneria

Sample image
 Università degli Studi
di Genova

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information