Mobilità

La missione dell’Unità Operativa Mobilità è trasferire conoscenza, tecnologie e soluzioni organizzative per rispondere ad una sempre crescente domanda di mobilità delle merci e delle persone nel rispetto dello sviluppo sostenibile. L’Unità Operativa è strutturata secondo tre principali linee di ricerca: marittimo, mobilità & trasporto pubblico, sistemi ferroviari. Tale scelta origina dall’esistenza di competenze ed esperienze pregresse, nonché da una consolidata rete di relazioni con stakeholder anche su scala internazionale.

In particolare, l’UO mantiene stretti rapporti a livello internazionale con i fornitori di sistemi e tecnologie, con società energetiche e di trasporto pubblico, con amministrazioni nazionali, regionali e locali. In tal senso l’offerta dell’Unità Operativa concretizza in:

•             trasferimento tecnologico, sviluppo ed innovazione, comprese le attività sviluppate nell’ambito di progetti europei, nazionali e regionali;

•             safety, security e cybersecurity;

•             formazione e convegnistica specializzata.

Centrale nelle attività dell’Unità Operativa è il tema della mobilità elettrica o e-mobility, sia nell’ambito della mobilità privata e condivisa sia nell’ambito del TPL-Trasporto Pubblico Locale. In quest’ultimo ambito l’e-mobility è già radicata nelle grandi città con diffusi sistemi ad impianto fisso a guida libera e/o vincolata, e ha raggiunto la maturità anche nello sviluppo di valide alternative mediante la transizione intelligente all’elettrico tramite l’applicazione di tecnologie intermedie quali l’ibrido, le fuel cells ed i combustibili alternativi (CNG – Compressed Natural Gas e LNG – Liquified Natural Gas).

L’attenzione dell’Unità Operativa si rivolge pertanto anche a tematiche verticali, quali logiche di gestione degli accumulatori di bordo (batterie o supercapacitori), cicli e logiche di ricarica (plug-in o opportunity charging). La stessa Unità Operativa è impegnata, con il ruolo di evaluator, nei progetti High V.LO-City relativo alla sperimentazione di flotte di fuel cell bus e SmartBus relativo al test di vetture con ultracaps e ricarica veloce.

Il concetto di smart grid urbana permette di concretizzare le logiche alla base dei paradigmi delle città sostenibili dove i sistemi ad impianto fisso per il TPL continuano a svolgere un ruolo fondamentale, anche attraverso l’introduzione di tecnologie IMC (In Motion Charge). L’alta capacità di trasporto nel TPL conduce a studiare e valutare i moderni sistemi metropolitani driverless, impianti tranviari catenary-free, monorail e vetture stradali a doppia articolazione da 24 metri, settori in cui l’Unità Operativa è presente a livello nazionale e locale fornendo le proprie competenze all’industria privata ed agli Enti Locali.

Le logiche di intermodalità ed interoperabilità sono alla base dei progetti sviluppati dall’Unità Operativa, così come indicato anche nel settore ferroviario dal Quarto Pacchetto dell'Unione Europea sulle ferrovie e dalle STI (Specifiche Tecniche di Interoperabilità), settore nel quale la stessa Unità Operativa è impegnata per gli aspetti concernenti il segnalamento e la sicurezza della circolazione ferroviaria con particolare focalizzazione all’implementazione dell’ERTMS (European Rail Traffic Management System).

 

Referente: Prof. Maurizio Mazzucchelli

Afferenti: Riccardo Bozzo

 

Contattaci!

 Per informazioni generali

Per informazioni sui corsi di studio

Informativa sulla privacy

 

Share

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedin

Ingegneria

Sample image
 Università degli Studi
di Genova

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information